NDE RESCUE UNLIMITED
COSA FACCIAMO

Salvataggio individui quasi* morti* in tutto il mondo (si possono verificare le condizioni, consultare il nostro pacchetto di salvataggio completo)company

Storia

1952
Durante i suoi studi di psicologia e neuroscienze nei primi anni ’50 il Dr. Thomas Seknis sono imbattuto in un piccolo manuale di Dr. Sigmund Freud nella biblioteca di stato di Vienna. Freud ha affermato che, nel corso della sua ricerca sulla attività cerebrale aveva sviluppato un casco per registrare l’attività cerebrale. Durante uno dei suoi test psicologici uno dei suoi pazienti è caduto in coma. Con sua graNDE sorpresa, durante il coma del casco ha registrato un paio di attività cerebrali straordinarie, che sono stati fino ad oggi sconosciuta in pazienti che erano svegli o dormire.

1957
Dr. Seknis indagato ulteriormente sulla materia ed è diventato l’accesso ai dati diversi che è stata registrata nelle università e negli ospedali di tutto il mondo, per quanto riguarda l’attività cerebrale accelerato e insolito in un coma. Grazie alle sue pubblicazioni, anche l’opinione pubblica è venuta a conoscenza di questo stato tra la vita e la morte e oggi tutti noi conosciamo le esperienze ripetute di un fenomeno o di “luce” “tunnel” di individui in situazioni di morte vicino.

1962
Thomas Seknis è stata in grado di sviluppare una prima versione di un “Death visione casco”, che ha mostrato alcune ombre in movimento su una mappa, vicino ai pazienti in coma; alcune di queste ombre sembrava muoversi a caso, altri sembravano trascinare una luce incaNDEscente dal corpo i pazienti a una direzione specifica, più vicino a un’altra luce incaNDEscente luminoso, che hanno chiamato la “porta”. Dr. Seknis sperimentato con diverse condizioni e dispositivi elettronici e costruito campi che sembravano rallentare il processo. Egli è stato in grado di confermare scientificamente che la vita dei pazienti non ha lasciato il loro corpo fino al momento in cui la luce incaNDEscente ha raggiunto la “porta”.

2002
Tali esperimenti continuarono in segreto fino ai primi anni del millennio successivo, in cui uno dei suoi figli illegittimi, l’informatico Kazimir Bagkli finalmente compiuto un altro importante traguardo nella loro ricerca. L’integrazione di tecnologie informatiche avanzate ha portato questo progetto finalmente a uno stato, in cui è stato possibile interagire direttamente con gli oggetti visti da persone in stato di NDE.

2005
Supportato da un gruppo di gruppi di rischio di business internazionale del gruppo NDE ha sviluppato il primo casco in grado di registrare immagini visibili solo in una stretta condizione di morte. Un trasmettitore tra il casco su una persona in una stretta esperienza di morte e una seconda persona, che potrebbero interagire con gli oggetti visibili durante questo particolare stato portato un sacco di attenzione al progetto di ricerca NDE.

2007
Il progetto NDE ampliato ulteriormente la loro ricerca ed è diventato capace di monitorare elettronicamente persone che hanno raggiunto uno stato NDE, come caddero in coma. Strutture mondiali, come le compagnie minerarie, strutture di ricerca e laboratori chimici attrezzati loro ambienti più pericolosi con questa tecnologia per essere preparati in caso di una improvvisa emergenza a causa dei rischi eccezionali delle loro attività.

2010
Dopo diversi interventi, il progetto NDE completato la loro formula “99% non è morta” servizio proponendo l’intervento di una forza d’attacco altamente qualificato e specializzato, capace di un salvataggio di persone esposte a una esperienza vicino alla morte nel giro di pochi minuti, non importa dove sono sul globo.

2014
Oggi, la forza d’attacco NDE è pronta. Ovunque si possono aiutare, sono pronti a saltare in, e temono nulla, nemmeno la morte.